Martedì, 24 Dicembre 2013 18:40

Risultati e decisioni del primo incontro internazionale fra le associazioni di pellegrini amiche del Monte Athos

Written by 
Rate this item
(0 votes)

27-28 maggio 2014 - Associazione Insieme per l'Athos - ONLUS.

L'Associazione Insieme per l'Athos - ONLUS ha organizzato la prima riunione internazionale fra le organizzazioni di pellegrini amiche della Santa Montagna. Non era mai successo nella millenaria storia del Monte Athos.

La OURANOUPOLIS CONVENTION 2014 si è tenuta durante l’intera giornata del 27 maggio 2014 a Ouranoupolis, in Grecia. Il giorno seguente, 28 maggio 2014, una delegazione delle associazioni presenti all’incontro si è recata a Karyes, la capitale athonita, dove è stata accolta dalla Santa Epistasia ricevendone la benedizione.

La Ouranopolis Convention 2014 è servita alle diverse organizzazioni per conoscersi, esporre i loro progetti in corso, presentare i progetti futuri e discutere le possibili forme di cooperazione per sostenere quanto più possibile i monasteri e i romitaggi del Monte Athos.

E’ stato anche ricordato con affetto Giacomo, del Monastero di Ag. Pavlou, scomparso di recente. Giacomo è stato un amico veramente speciale per la nostra associazione e negli ultimi mesi si era dedicato con amore e professionalità all’organizzazione di Ouranoupolis Convention 2014.

Segue il verbale che sintetizza quanto è avvenuto nella Ouranoupolis Convention 2014.

 

OURANOUPOLIS CONVENTION 2014

Verbale del primo incontro delle Società di Amici del Santo Monte Athos organizzato dalla Associazione Insieme per l'Athos il 27 maggio 2014 allo Skites Hotel, Ouranoupoli

Presenti: Metropolita Kallistos (Ware) di Diokleia (UK) e Marco Merlini (IT) (co-chairman), John Arnell (UK), Paolo Botzios (IT), Nikolaos Christou (GR), Francesco Cordeschi (IT), Alessandro Latini (IT), Antonio Manzella (IT), Alexey Parshintsev (RU), Carlo Sacchettoni (IT), Armando Santarelli (IT), Graham Speake (UK) (segretario), Giorgio Tunis (IT).

1.  Hanno inviato i loro saluti

Giuseppe Balsamà (IT), René Gothóni (FI), Pemptousia, Amici del Monastero di Vatopedi, Amici Serbi del Monte Athos, Istituto Ucraino del Mount Athos.

2.  Introduzioni 

KW e MM hanno dato il benvenuto ai presenti. L'incontro ha avuto tre tematiche principali di discussione:

            1. Presentazione delle attività di ciascuna organizzazione

            2. Progetti futuri

            3. Possibili ambiti per collaborazioni future 

MM ha affermato che i pellegrini diretti all'Athos sono collegati da una rete informale. Un pellegrino che torna nuovamente passa dal chiedersi 'cosa posso avere dal Monte Athos?' a 'cosa posso fare per il Monte Athos?' Spesso, questo è il momento in cui si mette in contatto con una associazione di pellegrini. Gli obiettivi di tutte le nostre associazioni comprendono:

1. Supporto per la Santa Comunità, p.e. nella ricostruzione di Chilandari, preservare icone, orologi, ecc.

2. Divulgazione di conoscenze tramite siti internet, blog, riviste, conferenze, seminari, ecc.

3. Fornire assistenza spirituale ai pellegrini

4. Offrire occasioni di socializzazione ai pellegrini, p.e. organizzando pellegrinaggi, incontri, venerazione di reliquie in mostra, ecc.

La somma delle nostre organizzazioni è più grande dell'insieme delle singole, da qui l'origine di questo incontro.

3.  Resoconti delle attività delle singole associazioni 

(a) Associazione Insieme per l’Athos (IT)

PB, il vicepresidente ha parlato a nome dell'associazione italiana. Fondata nel 2002 per accrescere la conoscenza della storia, della cultura e della spiritualità del Monte Athos e del monachesimo ortodosso, ha sede a Roma e conta all'incirca 100 membri. E' una associazione benefica culturale ed è molto attiva. Essa organizza una conferenza internazionale annuale  sulla cultura e la spiritualità del Monte Santo alla quale la Iera Epistasia invia sempre un rappresentante. Ha organizzato due mostre (nel 2004 e nel 2008) di icone athonite contemporanee a Roma in collaborazione con il Monastero  di Ag. Pavlou. Organizza seminari su tematiche athonite e può contare su molti sostenitori di rilievo. Fornisce istruzione per pellegrini diretti all'Athos e organizza ogni anno uno o due pellegrinaggi al Monte Santo. Possiede una visione panortodossa e mira ad aiutare gli immigrati ortodossi in Italia. Le sue attività possono essere visionate sul sito www.insiemeperathos.org.

(b) Friends of Mount Athos (UK)

GS, il segretario e KW, il presidente, hanno parlato dell'associazione inglese. Fondata nel 1990 e con sede a Oxford, conta all'incirca 950 membri sparsi per il mondo. I suoi obiettivi benefici sono di due tipi: educativi (fornire informazioni sul Monte Athos tramite pubblicazioni, seminari, conferenze) e religiosi (supporto al lavoro dei monasteri e alle loro dipendenze, sempre in accordo con le autorità monastiche). Organizza un programma regolare di incontri durante i quali vengono tenuti seminari su argomenti athoniti, un pellegrinaggio annuale verso un luogo significativo del monachesimo ortodosso (ma non all'Athos), fornisce informazioni a pellegrini diretti all'Athos tramite la sua Guida del Pellegrino, pubblica un rapporto annuale delle sue attività  e tiene una conferenza semestrale residenziale. L'associazione ha il patrocinio di S.M. il Principe di Galles e il suo primo presidente è stato Sir Steven Runciman.

JA,  il suo fondatore, ha parlato del progetto di pulizia dei sentieri che è nato su suggerimento del Principe di Galles nel 2000. Dal 2001, ogni anno ha inviato un gruppo di volontari all'Athos per ripulire e manutenere i sentieri, controllarne lo stato, preparare una descrizione degli stessi e piantare segnaletica. Lo scopo è incoraggiare i pellegrini a usare i sentieri. Quest'anno 25 volontari sono stati all'Athos per 2 settimane con gruppi dislocati in nove monasteri diversi; hanno ripulito 70 km di sentieri e installato 30 nuove segnaletiche. Il progetto ha consentito di instaurare strette relazioni tra i membri dei gruppi e con i monasteri. Ora sono disponibili le descrizioni di più di cento sentieri sul sito dell'associazione. Un progetto spin-off per una nuova mappa dell'Athos è attualmente in fase avanzata.

(c) Sant'Andrea il Protoclito (RU)

AP ha parlato dell'associazione russa. Fondata nel 1992, si occupa solo parzialmente dell'Athos, possedendo obiettivi più ampi per la promozione dell'Ortodossia e lavorando a stretto contatto con la Chiesa Ortodossa Russa. Il suo programma di attività include l'organizzazione di conferenze, pellegrinaggi e la circolazione di reliquie per la venerazione pubblica. Essa considera l'Athos come una sorgente di illuminazione spirituale per i russi e valorizzerà il millennio della presenza russa sull'Athos nel 2016. Altre organizzazioni russe di matrice specificamente athonita sono la Società Russa dell'Athos, la Fondazione Massimo il Greco, la Società per il Restauro di San Panteleimon e associazioni di pellegrini. Le attività specificamente athonite dell'associazione Sant'Andrea il Protoclito includono: supporto fornito a singoli monasteri athoniti, portare reliquie dall'Athos in Russia, eventi culturali riguardanti l'Athos, conferenze su tematiche athonite (i cui atti possono essere consultati on-line sul sito holy-mount-athos.org). L'associazione Sant'Andrea il Protoclito è collegata con il World Public Forum, che include il Monte Athos nella sua agenda internazionale. 

(d) Oriens (IT)

GT ha parlato di Oriens, che è una organizzazione culturale che mira a promuovere i valori della Cristianità orientale. Essa organizza conferenze, ma non dedicate in modo specifico all'Athos. 

4.  Progetti futuri 

(a) Associazione Insieme per l’Athos (IT)

L'associazione prevede di organizzare due conferenze l'anno in collaborazione con la Iera Epistasia e di Ag. Pavlou; di organizzare pellegrinaggi all'Athos per piccoli gruppi; di condividere l'esperienza accumulata nei pellegrinaggi; di condividere la ricerca accademica (al momento riguardante il monastero degli amalfitani); di collaborare con René Gothóni sulla ricerca sul pellegrinaggio; di fornire supporto per una mostra di icone albanesi a Roma; di continuare a fornire supporto agli immigrati ortodossi in Italia.

(b) Friends of Mount Athos (UK)

L'associazione prevede di continuare il proprio programma di pubblicazioni, incontri, seminari e conferenze; di supportare l'appello di Chilandari per la ricostruzione del monastero; di ampliare l'operazione di pulizia dei sentieri (che necessita di aiuto per riuscire a coprire tutto l'Athos, ristabilire le fontane lungo le strade, includere la traduzione in russo delle descrizioni dei sentieri, rimuovere la spazzatura dalla cima dell'Athos). 

(c) Sant'Andrea il Protoclito (RU)

L'associazione prevede di continuare il suo programma di conferenze. 

(d) Oriens (IT)

L'associazione prevede di continuare il suo programma attuale. 

KW ha riassunto i progetti futuri di tutte le associazioni nel modo seguente:

            1. organizzare pellegrinaggi all'Athos e verso luoghi legati all'Athos

            2. organizzare conferenze non riservate esclusivamente a studiosi e rendere pubbliche nuove ricerche

            3. produrre pubblicazioni come documentazione permanente delle conferenze

4. creare collegamenti con l'arte athonita – affreschi, icone, musica, mostre, registrazioni sonore

            5. operare lavori visibili, p.e. la pulizia dei sentieri.

5.  Possibili ambiti per collaborazioni future

E' stato concordato che ciascuna associazione debba identificare un punto di contatto per condividere informazioni, ossia un segretario internazionale, e questo dovrà essere coordinato in prima battuta da PB (IT), AP (RU), GT (Oriens), JA (UK).

Sono state identificate le seguenti priorità per una collaborazione futura:

(1) Creare collegamenti tra i siti internet e le mailing list di ciascuna associazione.

(2) Mandare inviti a ciascuna organizzazione a novembre per l'operazione di pulizia dei sentieri.

(3) Rapporto Annuale UK e pubblicazioni equivalenti delle altre società da scambiare sia in forma cartacea che elettronica.

(4) Scambio di anticipazioni sulle conferenze e i loro argomenti.

(5) Scambio di anticipazioni sui pellegrinaggi (solo a titolo informativo, non come invito).

(6) AP aiuterà a far conoscere il programma di pulizia dei sentieri a San Panteleimon.

(7) JA attende suggerimenti su come contattare la comunità di Megisti Lavra.

(8) Qualsiasi informazione riguardo lavori da effettuare sui sentieri dovrà essere girata a JA.

(9) JA desidera aiuto per la traduzione della mappa in italiano e in russo (un impegno preso).

 

     

         
         

Read 1841 times Last modified on Giovedì, 14 Agosto 2014 18:09
Giuseppe Balsamà

Presidente

Latest from Giuseppe Balsamà

More in this category: « Ouranopolis Convention 2014
Login to post comments